Il gatto Abissino e il gatto Somalo

Il Gatto Abissino ha origini antiche, ma tuttavia rimangono ancora incerte. E' così chiamato in quanto il primo soggetto presentato a un'esposizione felina in Inghilterra (dove è stato ufficialmente riconosciuto nel 1882) proveniva dall'allora Abissinia, benché recenti studi genetici gli attribuiscano la provenienza dalle coste dell'Oceano Indiano o dal Sud-Est Asiatico. 

Il Gatto Somalo rappresenta la variante a pelo lungo dell'Abissino.
Nel corso del Novecento, tormentato dalle due guerre mondiali, infatti, il numero degli Abissini diminuì notevolmente e per scongiurarne l'estinzione vennero probabilmente effettuati accoppiamenti con gatti a pelo lungo. Il gene recessivo del pelo lungo passò inosservato nel corso delle generazioni e, se inizialmente i soggetti che nascevano con il pelo lungo non venivano nemmeno registrati, successivamente si decise di selezionare questa variante e riconoscere i Somali distintamente dagli Abissini. Solo alla fine degli anni '70 venne ufficialmente riconosciuto il Somalo che venne così chiamato per analogia con la vicinanza geografica dei due Stati africani.
Il Somalo è purtroppo ancora poco conosciuto in Italia, mentre è invece molto diffuso nel Nord Europa.

Il Carattere

Somalo e Abissino hanno lo stesso carattere.
Sono gatti agilissimi, attivi e vivaci, capaci di spiccare un balzo proprio dove meno te lo aspetti...

Alice e Lavinia Essendo gatti molto curiosi e intelligenti amano osservare tutto ciò che li circonda e partecipare attivamente alla vita familiare. Sanno essere abili cacciatori, ma anche molto affettuosi e sempre pronti a fare le fusa. Sono molto socievoli e non amano essere lasciati soli troppo a lungo. Convivono facilmente con altri gatti e cani.